Eventi

Thumbnail
Notturni d'Arte 2019. IN VIAGGIO Esplorazioni d'arte e altro ancora

L'uomo di corte: un viaggio nella moda maschile del XVIII secolo

Visite guidate alla collezione dei tessili del Museo d'Arte Medievale e Moderna

L’evoluzione della moda – sia maschile che femminile – nel corso del Settecento segue di pari passo quella dei diversi movimenti artistico-culturali susseguitisi nell’arco del secolo: ad una prima fase che potremmo definire tardobarocca, caratterizzata da una certa esuberanza che porta a trasformare se non a deformare l’immagine naturale, fa seguito quella legata allo stile rococò, con un complessivo alleggerimento delle fogge precedenti, per arrivare infine al trionfo della sobrietà con l’affermarsi del gusto neoclassico.

Volendo considerare la moda maschile da un punto di vista complessivo, è possibile sostenere che gli indumenti caratteristici del periodo sono sostanzialmente tre: la marsina, che in questo periodo è il capo maschile per eccellenza, in genere coordinato alla sottomarsina e i calzoni.

Quanto ai complementi d’abbigliamento, nel costume maschile ebbero una certa rilevanza i bottoni, rivestiti in stoffa e ricamati, ma anche realizzati in materiali pregiati (metalli preziosi, avorio, madreperla o ceramica dipinta) e concepiti come autentici gioielli. L’accessorio che nel Settecento divenne però un vero oggetto di culto, indispensabile per l’uomo elegante dell’epoca, fu la tabacchiera.

 Nella sezione ottocentesca delle Arti Applicate e Decorative, due splendidi ritratti del pittore Achille Astolfi documentano l’ormai avvenuta trasformazione dell’uomo di corte in uomo borghese, che non lascia più spazio a frivolezze e mondanità, ma che si impegna quotidianamente per la propria affermazione personale, anche attraverso il lavoro (sia questo manuale o intellettuale). Una trasformazione che non può non trovare espressione anche nel modo di vestire, più distinto e sobrio, nonché pratico.

La mutevolezza e i capricci della moda rimarranno appannaggio del costume femminile, poiché la donna, almeno sino alla fine dell’Ottocento, continuerà ad essere considerata come un qualcosa da esibire e le sue vesti ricche e sfarzose saranno la testimonianza tangibile dello status sociale raggiunto dal proprio consorte o congiunto

Informazioni
Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche - Via Porciglia 35, Padova
Tel. 366 6436212
notturnidarte@comune.padova.it

Condividi questo evento

Dettagli

Data
09 Agosto 2019
Ora
21.00
23.00
Prezzo
Ingresso con biglietto
Categoria
Musei
Visite guidate

Luogo

Palazzo Zuckermann

Corso Garibaldi, 33
35137
Italia

45.4116485, 11.8783052