Rassegne

Thumbnail
Estate Carrarese. Padova 2021

Tartini 2020. Esplorazioni "tartiniane"

L'anno 2020 ha segnato non solo la nascita di Beethoven ma anche la morte (solo pochi mesi prima) di Giuseppe Tartini (Pirano, 1692 – Padova, 1770).
Considerato ai suoi tempi il “Maestro delle Nazioni”, violinista, teorico, filosofo e, secondo Leonhard Euler, “il più grande compositore del suo tempo”, Tartini è oggi oggetto di intensi studi come il più interessante rappresentante della cultura dell’Illuminismo nel campo della musica strumentale. 
Al di là del caso “Tartini”, le celebrazioni rappresentano un’occasione per rivalutare il discutibile concetto di “Barocco” attualmente applicato alla musica della metà del Settecento promuovendo invece una migliore comprensione della multiforme cultura dell’Illuminismo, variamente riflessa nel campo della musica europea.

“Tartini 2020” è un progetto nato nel 2014 in seno all’Università di Padova – Dipartimento DISLL (Studi linguistici e letterari) per iniziativa del prof. Sergio Durante con l’obiettivo di favorire la conoscenza e la valorizzazione di Giuseppe Tartini, uno dei maggiori virtuosi che il violino abbia mai avuto ma anche il più grande didatta di questo strumento, e “farne una risorsa permanente” in una dimensione sia territoriale (Padova e il Veneto) che nazionale ed internazionale: progetto che fin dagli esordi si è avvalso di una molteplicità di registri, ambiti e modalità di comunicazione atta ad avvicinare anche un pubblico non esperto a Tartini.

Informazioni
Visite guidate gratuite con prenotazione obbligatoria, max. 15 persone
Il concerto finale - al quale si può accedere sempre su prenotazione anche senza partecipare alla visita - ha luogo alle 17.30.

Per informazioni e prenotazioni:
Amici della Musica di Padova
[email protected] - tel. 0498756763 (fornire nominativo e telefono e telefono di contatto)